Monthly Archives settembre 2017

Cristina è complicata

Scritto da Luca Pizzimenti

Immaginate che questa foto sia ridotta al solo spazio centrale, tagliata verticalmente. Avreste il palazzo di vetro e tutte le sue deformazioni ottiche, l'ombra del lampione che richiama il lampione reale, la scritta sul vetro - "Cristina è complicata" - che dà senso alla foto; e poi lei, "Cristina", bellissima nei suoi misteriosi turbamenti, non passerebbe più inosservata, sotto l'orizzonte, come ora. Ma è nel passare inosservata che sta la sua bellezza, ed ecco che la foto non può che essere turbata e imperfetta come lei.

“Ailleurs, bien loin d’ici ! trop tard ! jamais peut-être !
Car j’ignore où tu fuis, tu ne sais où je vais,
O toi que j’eusse aimée, ô toi qui le savais !”

                                                                                                                                                                                                                               Da “A una passante” di Baudelaire.    
Ritagliando in senso verticale lo spazio centrale della foto s’avrebbe il palazzo di vetro e tutte le sue deformazioni ottiche, l’ombra del lampione che richiama il lampione reale, la scritta sul vetro – “Cristina è complicata” – che dà senso alla f...
Read More

Twin Peaks Revolution

Scritto da Sergio L. Duma

Che la terza stagione di Twin Peaks avrebbe suscitato un putiferio era prevedibile, considerando che il suo autore, David Lynch, divide da sempre pubblico e critica. La presenza di Mark Frost, altra mente fondamentale della celebre serie televisiva, poteva però indurci a pensare che stavolta il regista di Velluto Blu e Mulholland Drive ci avrebbe offerto una trama meno cervellotica. Non è stato affatto così, invece. Non solo la terza stagione di Twin Peaks si è rivelata più contorta delle precedenti ma si è dimostrata un prodotto inclassificabile che non rientra neanche nei canoni della serialità televisiva più sofisticata degli ultimi anni. Alcuni l’hanno definita ‘telecinema’ e Lynch, d’altro canto, l’ha considerata un film di diciotto ore e non un serial...

Read More

L’animale che diventò un dio: l’evoluzione secondo Yuval Noah Harari

Scritto da Alberto De Luca

Il pensiero scientifico odierno ritiene che sia un dato pressoché inconfutabile (nonostante il dibattito sia ancora forte in molti paesi) il fatto che la legge che sta alla base dei processi biologici sia l’evoluzionismo o, per usare un espressione più mainstream, la legge del più forte. Dato ciò per assodato, una delle domande più frequenti che si sono posti antropologi, biologi, etnologi e storici è come sia stato possibile che l’uomo, che in epoca preistorica era un “animale insignificante, il cui impatto sull’ambiente in cui viveva non era superiore a quello di gorilla, lucciole e meduse”, sia diventato l’essere dominante sul nostro pianeta. A questa domanda cerca di rispondere lo storico israeliano Yuval Noah Harari, autore del volume Da animali a dèi: breve storia d...

Read More

Il Trono di Spade – Una serie tv infinita

Scritto da Francesco Cerminara

Piratata, attesa, trentotto volte vincente agli Emmy come nessuna. La serie televisiva Il Trono di Spade (A Games of Thrones) della coppia Benioff-Weiss fa discutere anche chi non ha visto tutta la saga o letto Le cronache del ghiaccio e del fuoco (A Song of Ice and Fire), la serie di romanzi scritti dal padre ispiratore George R.R. Martin. Ma ci è mancato poco e tutto questo non sarebbe “successo”. Gli autori della serie infatti, hanno dovuto riscrivere l’episodio pilota per lo sconforto suscitato dalla prima visione e convinto Emilia Clarke a interpretare Daenerys Targaryen, la figlia di quel Re Folle ucciso da Jamie Lannister e sostituito da quel Robert Baratheon, assassino del figlio del sovrano deposto. Dagli errori si impara e questa ne è la dimostrazione.

Come ogni epopea guer...

Read More

La Mezza Vita

Scritto da Francesco Corigliano

Strano riprendere le attività di AnteCritica con un post sulla fine. Ci sono casi – come questo – in cui il termine rappresenta un nuovo inizio; in altri casi, invece, no.

È ciò che viene da pensare guardando cosa è successo con Half-Life. Un videogioco che al momento dell’uscita (sviluppato da Valve, nel 1998) fece molta sensazione, grazie ad una trama abbastanza complessa per gli standard dell’epoca, ampliata nel seguito Half-Life 2 (2004) e nei capitoli Half-Life 2 Episode 1 (2006) e Episode 2 (2007).

Dall’uscita dell’ultima parte, per 10 anni, gli appassionati hanno atteso l’uscita di Episode 3 o magari di Half—Life 3. Ci sono state conferme e smentite, ma soprattutto silenzi; e alla fine il 25 agosto 2017 lo sceneggiatore di Valve Marc Laidlaw ha rilasciato un breve ...

Read More