Per Aspera ad Astra

Scritto da Giuseppe Balestra

Per Aspera ad Astra (2013)

Inchiostro su carta, tratteggio e puntinismo, 29,6 x 48cm

 

<< There are my ‘Poe’ pieces and my ‘Dunsany’ pieces – but alas – where are any ‘Lovecraft’ pieces? >>

(H. P. Lovecraft a Elizabeth Toldridge, 8 Marzo 1929.)

 

Giuseppe Balestra “GB”, 1991, è un illustratore autodidatta specializzato nell’uso di pennini ad inchiostro con tecniche classiche di Tratteggio e Puntinismo.

I suoi soggetti si rifanno spesso a Letteratura e Cinema, ed è infatti possibile trovare alcune delle sue locandine negli artbook PosterSpy’s Movie Poster Collection, edito in Francia e Inghilterra da PosterSpy e ARTtitude, e in The Thing: Artbook, edito negli USA da Printed in Blood e Stormking Production per celebrare i 35 anni del film “The Thing – La Cosa” di John Carpenter.
Sempre negli USA ha illustrato il racconto “The Pardon of the Fogs” di Cora Pop in The Lovecraft eZine Issue #36, “The Voyager” di Douglas Wynne in The Lovecraft eZine Issue #38, “Discarded” di Sarah Walker in Lovecraftian Tales: Stories of Weird Fiction and Cosmic Horror.
In Italia ha invece illustrato per Edizioni Hypnos il racconto “Les Fleurs” di Thomas Ligotti su Hypnos Vol.6, e due racconti di Richard Gavin in via di pubblicazione su Hypnos Vol.7.

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>