Category Cultura

Per che suonan i tamburi

Scritto da Francesco Corigliano

The_Drummer_Boy_William_Morris_Hunt-detailL’altro giorno ho assistito ad uno spettacolo in strada. Un gruppo di percussionisti, divisa scura, tamburi imbracati, hanno marciato per il corso della città esibendosi in pezzi ritmati e in acrobazie varie. La coreografia era ben fatta, avvincente, e mentre suonavano muovendosi verso la piazza, un buon numero di persone s’era messo a seguirli, come un corteo. Era bello, semplicemente (qui trovate una piccola esibizione del gruppo in questione).

Mentre camminavo, forse a causa della gran gente, forse del sole calante (era il classico tramonto estivo, di quelli che sembrano dire “adesso arriva il bello”, “la vita è meravigliosa” oppure “beh ricogliti dal mare”), e in generale per l’aria di partecipazione, in quella che sembrava quasi una marcia verso l’obiettivo finale al suon di mil...

Read More

Il Flip-back, un elegante passo indietro

Scritto da Francesco Corigliano

flipNei secoli, l’oggetto-libro è evoluto insieme alla società umana. La sua forma è cambiata decine di volte: siamo passati dalla pietra al marmo, al legno e ai gruppi di tavolette, ai rotoli, a codici e codicini, a carte e cere e pixel, provando centinaia di materiali, sempre cercando l’equilibrio migliore tra praticità, qualità, robustezza peso e razzi e mazzi, e tutto questo per cosa? Per avere nel 2014 il flip-back.

Io credo che la cosa non sia stata recepita per come dovrebbe. Stiamo parlando del flip-back, questa cosa qui , una roba che basta solo andare sul sito e vedere l’espressione basita della ragazza in foto per capire che c’è qualcosa che non va. Flip-back, più o meno “sfogliare indietro”, e infatti voltare pagina è quello che dovrebbero fare tutti, metaforica...

Read More

Curriculum Ridiculum

Scritto da Annarita Lista

10478522_256357161233925_2090264404_n

Non è vero che per trovare lavoro inviare curriculum non serve a niente e che da un semplice plico di carta non riesce ad emergere parte del nostro carattere e della nostra determinazione: se siamo consapevoli e periti nella stesura, anzi, ci saremo meritati almeno una risposta, anche la classica “le faremo sapere” che di questi tempi si accende come non mai di speranza e di aspettative! Noi siamo esattamente ciò che scriviamo (o era “ciò che mangiamo”?) e suscitiamo le relative emozioni in chi legge, in base alla scrittura pessima/buona/scorrevole/singhiozzante/pedante.

Un curriculum può determinare l’umore: chi lo invia è felice se riceve risposta, triste se viene ignorato, mentre chi lo riceve è interessato se è ciò che cercava e divertito – o estremamente arrabbiato ̵...

Read More

Papa Bergoglio scomunica gli ‘ndranghetisti. E adesso?

Scritto da antecritica

Bergoglio ha deciso, non vivrà nell'appartamento papale ma rimarrà a Santa MartaEcco la mia modesta opinione sulla reazione del web in merito alla visita del Santo Padre oggi 21 giu. 14 nella nostra Calabria ed in particolar modo a Cassano allo Jonio (in provincia di Cosenza).

Da sostenitrice del movimento delle Agende Rosse non comprendo la febbrile voglia di ammonimento alle cosche e l’ostinata insistenza a ribadire che, come meta della visita tanto attesa, sia stata scelta una località dell’alto Jonio che vive “in odor di mafia”.

Ben conosco, come tutti, e come anche i più taciturni per consuetudine, quale sia la triste realtà della mia terra.

Mi sorge perciò spontaneo un quesito: quanto è importante per voi un messaggio di ammonimento contro la criminalità organizzata da parte di un’autorità che rappresenta il vicario di Cristo in terra?

È concret...

Read More

Pasolini e la televisione

Scritto da Silvio Scarpelli

“III B: facciamo l’appello” era una trasmissione condotta da Enzo Biagi. Il format prevedeva un’intervista incrociata tra un personaggio famoso, i suoi ex-compagni di classe e Biagi stesso. Pasolini prese parte al programma e la trasmissione fu registrata il 29 maggio del 1971 ma andò in onda solo il 3 Novembre del 1975. Il giorno dopo la sua morte. La trasmissione fu bloccata nel 1971 a causa di una disposizione interna all’azienda che proibiva di mostrare fatti o persone soggetti a un’azione giudiziaria (all’epoca Pasolini era sotto processo come direttore di Lotta continua per istigazione a delinquere e propaganda antinazionale)...
Read More

CHI E’ STATO? – La rubrica del governo fai-da-te

Scritto da Francesco Corigliano

Siccome tutti dicono che la democrazia è superata, non funzionale o che comunque puzza, ho pensato che fosse giusto e quasi doveroso passare in rassegna altri sistemi di governo, giusto per fare delle proposte. Chissà che a qualcuno non interessino.
Internettocrazia: le decisioni le prende la rete. Si fa tutto sulla rete, si vota soltanto sulla rete, ci si informa esclusivamente sulla rete. Altri tipi di informazione sono banditi perché non sono raggiungibili da tutti e perciò sono faziosi. Del resto non puoi proporre nulla che non sia verificabile su internet e da internet. Diventi maggiorenne quando hai accesso ad una connessione di almeno 1 mega e puoi votare soltanto se hai account su almeno tre social network...
Read More

Goodbye Esperia

Scritto da Francesco Corigliano

Io vivo in Calabria e la Calabria è bella.
Ma non è bella perché è bella, così, come una cosa è verde perché è verde, o puzza perché puzza, no.
La Calabria non è bella perché ha le montagne, e il mare, e i boschi e i posti, non è bella perché alla fine il Sud sarà anche povero ma che meraviglia, o perché una volta c’erano i Borbone o perché comunque al Meridione sono tutti ospitali. La Calabria non è bella perché ha la storia e si vede che ci son stati i romani e qui una volta era tutta campagna (ellenica).
No, la Calabria è bella perché ha sì tutte queste cose, ma anche perché le ha sapute combinare con un’altra cosa molto importante, un suo carattere distintivo ed esclusivo: l’abbandono.
Antiche porte medievali tenute in piedi da cumuli di spazzatura; caste...
Read More

Lost (anche) in traslation

Scritto da Francesco Corigliano

L’altro giorno leggevo sull’ANSA questo articolo, che parla della nuova tecnologia per tradurre simultaneamente su Skype. Chiaramente hanno ancora da lavorare, ma quando sarà tutto pronto sarà possibile parlare con persone proveniente da tutto il mondo, senza conoscere la loro lingua, e capendosi perfettamente (o quasi).
Questa notizia ha suscitato in me emozioni di tipo diverso.
La prima cosa che mi è venuta in mente è che si perderà il gusto dell’imparare altre lingue. Già sguazziamo in una società che ritiene che il farsi capire immediatamente dall’altro sia molto più importante che il capire l’altro stesso, ci mancava pure questa nuova trovata...
Read More

Ben poco merito nella virtù e ben poca colpa nell’errore

Scritto da antecritica

Pubblichiamo l’intervento di Alessandra Pappaterra, letto in apertura dell’incontro con Salvatore Borsellino del 23/05/2014 a Spezzano Albanese, a cui erano presenti classi di scuole medie e superiori.

Cari ragazzi,

dopo cancellature, incertezze e discorsi preparatori, ho deciso di introdurvi al discorso del Dott. Salvatore Borsellino, indirizzandovi una sorta di lettera prefatoria.

Ringrazio Domenica Milione che lo scorso anno, quando sono andata a bussare alla porta della biblioteca proponendole un incontro sulla legalità ha subito abbracciato il mio progetto.

Abbiamo avuto molto tempo a disposizione per organizzare l’evento, forse anche troppo...

Read More

Per aspera ad astra

Scritto da Francesco Corigliano

Scrivo queste cose a rischio di apparire retorico; ma, ormai, oggi mi sembra che chiunque parli di futuro non possa che apparire retorico.
Ieri mattina ero ad un convegno sull’antimafia, organizzato dalla mia ragazza. Era presente Salvatore Borsellino, fratello di quell’altro Borsellino morto nelle circostanze che tutti conosciamo. Per una voluta coincidenza, poi, era anche l’anniversario della strage di Capaci, in cui ha perso la vita un altro uomo famoso per la lotta alla criminalità organizzata.
Non mi va tanto di parlare della legalità, o della giustizia...
Read More