Category Fotografia

The long shadow Future draws

Scritto da Luca Pizzimenti

All’inizio della mia “carriera” – e intendiate le virgolette come estese all’infinito, al povero disgraziato che mi avesse posto la questione, avrei risposto: assolutamente no, quelle col cellulare *non* sono foto. Non sono state scattate da una fotocamera, non possono esserlo.
Due mesi fa la mia fotocamera smette improvvisamente di funzionare. Da due mesi sto scattando unicamente col mio piccinino Redmi .
Molti di questi scatti finiscono sul mio Instagram (a parte i due proposti in questo e nel prossimo articolo). Ora: non posso essere io a decidere se questi scatti siano o meno delle “buone” foto. Ma penso siano delle foto. Perché sono nate da una ricerca formale, che peraltro è stata sprigionata dal fatto che in mano non ho più una fotocamera, ma un cellulare...
Read More

L’ombra e il fantasma

Scritto da Luca Pizzimenti

“Well I’ll be damned
Here comes your ghost again
But that’s not unusual
It’s just that the moon is full
And you happened to call”
da Diamond and Rust dei Blackmore’s Night

Il punto della fotografia è di creare storie per analogie: tra geometrie e soggetti, tra persone ed espressioni, tra ombre e riflessi. Costruendo incontri impossibili eppure esistenti.
Come nella vita, gli incontri segnati dallo scattare dell’otturatore sono sì imprevedibili, ma mai (mai mai mai) casuali.
Ciò che determina il caso è la compresenza degli elementi. Essere meremente nello stesso posto allo stesso tempo, del tutto ignoti l’uno all’altro. Nell’incontro, si smette d’essere individui isolati...
Read More

Cristina è complicata

Scritto da Luca Pizzimenti

Immaginate che questa foto sia ridotta al solo spazio centrale, tagliata verticalmente. Avreste il palazzo di vetro e tutte le sue deformazioni ottiche, l'ombra del lampione che richiama il lampione reale, la scritta sul vetro - "Cristina è complicata" - che dà senso alla foto; e poi lei, "Cristina", bellissima nei suoi misteriosi turbamenti, non passerebbe più inosservata, sotto l'orizzonte, come ora. Ma è nel passare inosservata che sta la sua bellezza, ed ecco che la foto non può che essere turbata e imperfetta come lei.

“Ailleurs, bien loin d’ici ! trop tard ! jamais peut-être !
Car j’ignore où tu fuis, tu ne sais où je vais,
O toi que j’eusse aimée, ô toi qui le savais !”

                                                                                                                                                                                                                               Da “A una passante” di Baudelaire.    
Questa è una foto “sbagliata”...
Read More

Bauhaus e fotografia

Scritto da Fiorenzo Polito

Oskar Schlemmer, Sigillo dello Staatliches Bauhaus, 1922
Durante il mio breve soggiorno berline ne ho approfittato per dare un’occhiata a gallerie e quant’altro la città avesse da offrirmi, è così che sono venuto a conoscenza del Bauhaus Archiv, museo piccolo ma a mio parere molto rappresentativo. Ho completato così il “triangolo” del Bauhaus, costituito dalle tre città di Weimar, Dessau e Berlino, che hanno accolto questa istituzione nel ventennio della sua storia.
Di particolare interesse m’è parsa la sezione dedicata alla fotografia, ancora poco o per nulla affrontata presso le altri sedi del Bauhaus.
Partiamo innanzitutto da alcune utili premesse...
Read More